Archivi tag: geologia

Numero 3 Fossils & Minerals Review

Lapides et Index                                                                                                    Romano Guerra & Carlo Sarti

Ammoniti del genere Catriceras, temi attuali e prospettive   Venturi Federico

Gli Orsi Fossili della Caverna di Monte Cucco (Costacciaro – Perugia)
Romano Guerra

I Minerali di San Venanzo (Tr)
Fringuelli Lucio, Famiani Federico, Bortolozzi Giorgio

Novità dal Carbonifero delle Ardenne
Didier Lelubre

 

FM3WEBITA

scarica

 

 

Fossils And Minerals N° 2

Online il Numero 2 della Rivista Fossils & Minerals Review

Catalogo Cantharidae fossili del mondo

Fabrizio FANTI

I Nostri Gioielli

MANCINI Roberto Gruppo G.A.E.V. Vellano
PUCCI Paolo Gruppo G.A.E.V. Vellano

Il Lazio Classico, minerali della zona di Vetralla: Tre Croci, Capo d’Acqua, Fosso Ricomero e Carcarelle

Rossano Carlini, Edgardo Signoretti

Il deposito fossilifero tardo-pleistocenico di Cisterna di Latina (Latina – Italy): Una tana di iena nel centro Italia

Maurizio Gatta*, Sergio Gotti, Mario F. Rolfo

Michele Mercati
Romano Guerra

Novità dal Carbonifero di Tournai (Belgio)
Didier Lelubre

numero2web

 

Nuovo Eccezionale giacimento Fossilifero scoperto in Canada

I Fossil Lagerstätten sono sedimenti che contengono fossili con un eccezionale conservazione ed offrono la possibilità di fare importanti intuizioni nella storia evolutiva.

Ad oggi, solo tre Konservat-Lagerstätten sono noti dalle rocce marine Giurassico (Osteno, Posidonia Shale, e Strawberry Bank), tutti situati in Europa. Nel lavoro di  Martindale et al., uscito il 9 gennaio scorso sul primo numero di Geology del 2017 ed edito dalla GSA segnala una nuova associazione di fossili eccezionalmente conservati in Alberta, Canada, il primo record marino di Konservat Lagerstätte del Giurassico del Nord America. L’associazione di Ya Ha Tinda comprende vertebrati articolati (pesci, Ittiosauri), crinoidi, crostacei, brachiopodi, abbondanti i molluschi (coleoidi  con tessuti molli, ammoniti, gasteropodi, bivalvi), legno e microfossili.

Biostratigrafia e Chiemiostratigrafia  mostrano che la deposizione del Fossil Lagerstätten si è verificato durante il tardo Pliensbachiano fino all’ inizio del Toarciano, comprendendo l’oscillazione dell’isotopo di carbonio associata all’Evento  Anossico Oceanico del Toarciano (TOAE). Pertanto, il biota della Panthalassa di Ya Ha Tinda è coevo con i Lagerstätten dalla Tetide del Toarciano (Posidonia Shale e Strawberry Bank).

Questi depositi consentono confronti tra i nuovi dati nella diversità, ecologia e biogeografia delle comunità marine del Giurassico in un periodo di cambiamenti biologici e ambientali molto importanti (ad esempio, anossia sui fondali, riscaldamento climatico, ed estinzioni). Questi dati mettono in evidenza la possibilità che gli eventi anossici del Mesozoico sono serie stratigrafiche con eccezionale conservazione delle forme di vita fossili.

 

Fossils and Minerals Review Numero 1

Finalmente è uscito il numero 1 nuova rivista Fossils & Minerals Review.

Ricchissimo di contenuti mineralogici e paleontologici

Indice del Numero 1

Teratologia dei denti di selaciformi nelle fosforiti nord-africane
Romano Guerra & Carlo Sarti                                                                    Pag 1

La Miniera della Pentolina (SI) e Cave di Monterufoli(PI)
Massimo Guarguagli Gruppo AUSER Cecina
Publio Biagini Gruppo GAEV Vellano
Mancini Roberto Gruppo GAEV Vellano                                                 Pag 6

Ammoniti Italiane nel secolo XVII
Romano Guerra                                                                                             Pag 9

Località minori del Vulcano Vicano:Villa S. Giovanni in Tuscia
Rossano Carlini, Edgardo Signoretti                                                     Pag 18

I fossili della Collezione “Alvaro Marchesini” – Museo di Storia Naturale e del Territorio di Città della Pieve
Amoretti Daniela e Famiani Federico                                                   Pag 38

Osteno: Storia di un Lagerstätt scoperto per caso
Luca Jaselli                                                                                                     Pag 46

Ammoniti cenomaniane (Rhotomagense zone, costatus subzone), provenienti da una sequenza di piattaforma carbonatica di Rocca di Cave (M.ti Prenestini, appennino centrale,italia). considerazioni postume
Gianluca Boninsegni                                                                                   Pag 50

 

Download (PDF, 16.12MB)