Archivi categoria: Mineralogia

Cupaelite

Forse non tutti sanno che anche nella conca reatina è presente un affioramento di rocce vulcaniche. Ci troviamo nei pressi di Cupaello (RI) dove il prof. Stoppa, ordinario dell’ateneo di Chieti, ha studiato e descritto una roccia vulcanica nota anche con il nome di Cupaelite.

ll centro vulcanico di Cupaello consiste di una singola colata lavica lunga 750 m ricoperta da materiale piroclastico costituito da cenere saldata, lapilli e materiale scoriaceo (Stoppa e Cundari 1995). L’attività vulcanica, in base alle datazioni 40Ar/39Ar effettuata su meliliti e kalsiliti risale a  circa 639.000 anni.

La provincia intra appenninica comprende un numero di piccoli centri ultrapotassici monogenici diffusi nella zona interna della catena appenninica.

I due centri principali, sui quali si sono concentrati gli studi più importanti del prof. Stoppa, sono San Venanzo e Cupaello. Nonostante le piccole dimensioni e la loro scarsa abbondanza, a questa provincia sono stati attribuiti numerosi nomi: ULUD (Ultra Alkaline Umbriam District), IUP (Intramontane Ultra Alkaline Province), UUP (Ultra alkaline Umbrian Province).

Sulla base della classificazione di Foley et al. (1987), le rocce dei centri vulcanici di San Venanzo e Cupaello appartengono alle kamafuguti.

Le kamafugiti, sono rocce fortemente sottosature in silice, variano tra foiditi, olivin-meliliti e meliliti.

A differenza delle altre rocce sottosature in silice, nelle kamafugiti, kasilite e melilite dominano sulla leucite (Serri et al., 1993, Conticelli et al., 2004). Rispetto alle altre rocce ultrapotassiche italiane, le kamafugiti umbre hanno il contenuto in CaO (14.68 – 15.21 wt.%) più alto, insieme con un basso contenuto in Al2O3 (7.92-12.28 wt.%), queste caratteristiche sono necessarie per stabilizzare la melilite (Conticelli & Peccerillo, 1992).

Queste rocce sono state classificate come melilititi a kalsilite e pirosseno, ma il termine “cupaelite” è generalmente accettato come nome per queste particolari rocce. 

Bibliografia.

Le informazioni contenute in questa pagina sono tratte da: – F. Stoppa, A. Cundari “A new Italian carbonatite occurrence at Cupaello (Rieti)and its genetic significance”. Contrib Mineral Petrol (1995) 122: 275–288

A. T. Isakova, L. I. Panina and F. Stoppa, (2017) Genesis of Kalsilite Melilitite at Cupaello, Central Italy: Evidence from Melt Inclusions  Petrology, 2017, Vol. 25, No. 4, pp. 433–447

Numero 4

Indice Numero 4

Nuovi dati biostratigrafici sul Domeriano nella cava di Sant’Anna e nella cava Grilli (Passo del Furlo- Appennino marchigiano)       di Regis Macieri

Conchiologia Fossile Emiliana Un Excursus Storico di Romano Guerra

Le sequenze sismiche Tosco-Emiliane del periodo 2012-2013 e considerazioni sulla tettonica attiva di  Paolo Balocchi – Tommaso Santagata – Marta Lazzaroni

Il Lazio Classico: le cave di Leucitite della provincia di Roma (Vallerano, Laghetto e OSA) di Rossano Carlini & Edgardo Signoretti

Intervista a DAVID COMFORT di Di Silvestro Gianpaolo

Numero 3 Fossils & Minerals Review

Lapides et Index                                                                                                    Romano Guerra & Carlo Sarti

Ammoniti del genere Catriceras, temi attuali e prospettive   Venturi Federico

Gli Orsi Fossili della Caverna di Monte Cucco (Costacciaro – Perugia)
Romano Guerra

I Minerali di San Venanzo (Tr)
Fringuelli Lucio, Famiani Federico, Bortolozzi Giorgio

Novità dal Carbonifero delle Ardenne
Didier Lelubre

 

FM3WEBITA

scarica